Criteri ambientali minimi,  News

Il Green Public Procurement nelle Aree Naturali Protette – Appuntamento di Formazione 9 e 24 giugno 2020

Ciclo di seminari formativi promossi all’Osservatorio Appalti Verdi di Legambiente e Fondazione Ecosistemi con il patrocinio e la partecipazione di Federparchi, del 9 e 24 giugno 2020.

Nelle giornate del 9 e 24 giugno 2020 si è svolto il primo ciclo si seminari di formazione sul GPP agli Enti gestori delle aree protette  a cura dell’Osservatorio Appalti Verdi.

L’importante sinergia con la Federparchi ha permesso di coinvolgere più di 40 enti gestori di parchi e aree marine protette nell’approfondimento dei temi legati agli acquisti pubblici attraverso l’applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM). Sappiamo l’importanza e la concretezza che i CAM portano nelle procedure di gara, affinchè i prodotti o i servizi acquistati abbiano la massima efficienza e il minor impatto sull’ambiente, garantendo i principi di sostenibilità. Le aree protette sono chiamate ad un ruolo di primo per far crescere queste strategie poichè possono essere laboratori privilegiati nell’applicazione degli acquisti verdi nei territori che amministrano, e diventare un esempio per le altre amministrazioni pubbliche con cui sono in relazione a partire dagli enti che partecipano alle Comunità del Parco (Comuni, Unione dei comuni e Regioni…).

Il 9 giugno il seminario ha riguardato il ruolo e gli obiettivi dell’Osservatorio Appalti Verdi, gli aspetti generali del GPP e della sua importanza e l’applicazione del CAM che riguarda l’acquisto della carta.

Il programma della giornata è stato il seguente:

Moderatore del seminario: Agostino Agostinelli, VicePresidente di Federparchi

Saluti e introduzione alla formazione

da parte del Presidente di Federparchi, Giampiero Sammuri e da Antonio Nicoletti  Resp. Aree Protette e Biodiversità di Legambiente

–  Il Monitoraggio civico sull’applicazione dei CAM dell’Osservatorio Appalti Verdi

a cura di Enrico Fontana Resp. dell’Osservatorio Appalti Verdi

Il GPP come strumento concreto di sostenibilità ed economia circolare

a cura del Direttore della Fondazione Ecosistemi, Silvano Falocco

– Un caso applicativo: l’applicazione del CAM Carta

a cura di Dana Vocino Fondazione Ecosistemi

 

Il 24 giugno 2020 c’è stato il secondo e ultimo appuntamento di questo ciclo di formazione. Questa volta l’attenzione è stata concentrata sulla possibilità di stilare un nuovo CAM sulla sentieristica e segnaletica nelle aree protette, quindi analizzare problemi e criticità attraverso una linea guida proposta dalla Fondazione Ecosistemi da condividere con gli Enti gestori e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Altro focus interessante ed importante è stato quello sull’applicazione del CAM Arredi.

Il programma della giornata è stato il seguente: 

Moderatore del seminario: Agostino Agostinelli, VicePresidente di Federparchi

Saluti e introduzione alla formazione 

da parte del VicePresidente di Federparchi, Agostino Agostinelli e da Antonio Nicoletti  Resp. Aree Protette e Biodiversità di Legambiente

–  Il Monitoraggio civico sull’applicazione dei CAM nei Parchi dell’Osservatorio Appalti Verdi

a cura di Marco Mancini Osservatorio Appalti Verdi

Il GPP come strumento concreto di sostenibilità ed economia circolare

a cura del Direttore della Fondazione Ecosistemi, Silvano Falocco

– Linee Guida per la costruzione di un nuovo CAM sulla sentieristica e segnaletica nei parchi

a cura di Dana Vocino Fondazione Ecosistemi

– L’applicazione del CAM Arredi

a cura di Dana Vocino Fondazione Ecosistemi

 

Di seguito ai link, una volta che vi sarete registrati al sito dell’Osservatorio Appalti Verdi, potrete trovare le diverse presentazioni delle due giornate di formazione:

 

Per informazioni, richieste e approfondimenti potete scrivere a:

info@appaltiverdi.net